Eventos

Enzo Conte

IT

E ripenso sempre a te... - Enzo Conte

Uno dei miei primi amori è stata una ragazza irlandese di nome Irene. La conobbi negli anni '70 a Formia, dove era in gita con la sua scuola. Poi, accogliendo il suo invito l'andai a trovare a Belfast dove viveva. Avevo solo 14 anni e quello fu il mio primo viaggio in aereo (via Londra). Ricordo che quando mi portò a visitare la sua città rimasi impressionato nel vedere diverse case sventrate dalle bombe. Era quello il periodo in cui la lotta dell'IRA per l'indipendenza dell'Irlanda del Nord era al suo apogeo. Ricordo anche che, nonostante fosse Natale, c'era polizia dappertutto e che a volte nel passare tra un quartiere all'altro si veniva perquisiti. Quello scenario per certi versi spettrale mi ispirò questa canzone in cui alla fine la protagonista muore colpita da una pallottola. La mia ragazza irlandese, anche se di lei da tempo non ho più notizie, per fortuna non è morta ma questo tema della guerra purtroppo, a distanza di tanti anni rimane sempre tristemente attuale. Diversi anni dopo, ho ripescato questo brano e l’ho inciso, negli studi della Sonic di Roma, con un gruppo di Sessa Aurunca: i Fotocromolitografia. Tra quelli che ricordo hanno suonato nel disco: Enzo Conte: basso e voce solista Pietro Razzino: chitarra elettrica Massimo Vellucci e suo fratello: piano e tastiere

Enzo Conte:

by virtuality.ch